Chiesa Madre Partanna (Tp)

 

home > cultura e territorio > partanna

 

Informazioni

orari

parrocchia

nomi e recapiti

cultura e territorio

 

chiesa madre

 

patrono

 

diocesi

 

partanna

fotogallery

 

 

Protagonisti

ragazzi

giovanissimi

giovani

adulti

adultissimi

 

 

Formazione

materiali

ambiti

 

 

Area interattiva

ditelo al parroco

guestbook

 

Area riservata

accedi

 

 

 

Partanna

Partanna è un comune italiano di circa dodici mila abitanti, facente parte della provincia di Trapani e della regione Sicilia.Partanna (Trapani)

Si trova a 58 km a sud-est del capoluogo e a più di 400 metri sul livello del mare (tra i 350 della contrada Camarro ed i 500 della contrada Montagna), su una collina che domina le valli del Modione, a ovest, e del Belice, a est (i due fiumi chiamati anticamente Selinus e Hypsa). Si estende su una superficie di 82 chilometri quadrati. Confina con i comuni di Castelvetrano, Santa Ninfa, Salaparuta e Montevago.

Il nome fu citato per la prima volta dal geografo arabo Al Muqaddasi in un trattato pubblicato nell’anno 988. Tuttavia la presenza di insediamenti umani nel suo territorio è molto più antica rispetto a tale data.

Il territorio di Partanna fu infatti abitato fin dall'epoca paleolitica, come dimostrano i reperti archeologici rinvenuti in Contrada Stretto: fossati-cisterne, anche di notevoli dimensioni, utilizzati anticamente per raccogliere l'acqua che sarebbe servita all'irrigazione, tombe a grotticella e a camera, numerose ceramiche dell'età del bronzo.

In epoche successive vi si insediarono Elimi, Greci, Romani e Bizantini. Il nucleo dell'abitato, però, risale al Medioevo, costituitosi sotto la dominazione araba e poi sotto la dominazione normanna.

Dall'XI secolo la storia di Partanna è legata alla Famiglia dei Grifeo o Graffeo (forma arcaica del nome). Lo stemma del Comune di Partanna riporta infatti il Grifone, animale araldico dei Grifeo, insieme al castello della famiglia.stemma di Partanna (Tp): Grifo, Castello Medievale

Nel gennaio 1968 Partanna fu colpita duramente dal terremoto del Belice. Molti edifici storici subirono danni, tra cui la Chiesa Madre, altri invece furono completamente distrutti. Dopo il terremoto sorse un nuovo quartiere in contrada Camarro.

Diversi i luoghi da visitare: il Castello Medievale (sede del Museo della Preistoria del Basso Belice, con un grande patrimonio dei resti dell'età del bronzo e neolitico ed un ricco patrimonio di opere d'arte e documenti), il sito di Contrada Stretto, la Chiesa Madre, il Convento e il Chiostro delle Benedettine, la Chiesa di San Rocco, la Chiesa del Carmine, il Campanile di San Francesco, la Chiesa della Madonna delle Grazie, la Chiesa di Sant’Antonio Abate, la Chiesa di Santa Lucia, il Santuario della Madonna della Libera, la Chiesa di San Biagio, i Palazzi Pisciotta-Calandra e Todaro-Molinari.

Da vedere anche le sculture “Porta della vita” e “Bifrontale per Rocco Chinnici”, Villa Rita Atria e tanto altro.


 

agenda attività

calendario persone

 

 

Rubriche

osservatorio

mediare

proposte

 

 

Gruppi e associazioni

azione cattolica

agesci

apostolato

associazioni

confraternite

gruppi

ofs

rns

 

 

Link

ecclesiali

territorio

 

 

Pane quotidiano

liturgia ore

 

 

 

statistiche sito

© Parrocchia Chiesa Madre - Partanna (Tp) - 2009

webmaster